Untethered iOS 5 jailbreak – notizie ed aggiornamenti

Dopo 7 beta, una GM ed un rilascio per migliorare consumo e performance (che ha avuto di suo altre due beta), l’untethered jailbreak per l’iOS 5 si fa ancora attendere… Tutti gli affezionati di applicazioni e tweaks da Cydia devono quindi ancora fare i conti con un jailbreak tethered o semi tethered (che, per chi non lo sapesse, costringe l’utente a collegare l’Iphone al PC ad ogni reboot).

Vediamo insieme le interessanti novità che ci sono state sull’argomento:

Siamo agli inizi di Novembre quando pod2g, un membro del Chronic Dev team, annuncia con un tweet di aver trovato un bug che avrebbe condotto all’untethered jailbreak. Nessun altro dettaglio è poi circolato in merito a questo bug, che potrebbe essere uno dei 5 annuciati da p0sixninja al MyGreatFest di quest’anno. Questi “userland exploits” sono, a differenza di queli della bootrom, software-based e, quindi, dovrebbero essere disponibili per tutti i device Apple.

Nei giorni scorsi il Chronic Dev team, il gruppo di hacker che ha sviluppato GreenPois0n (il tool per effettuare il jailbreak della 4.2.1), ha annunciato la disponibilità di un “Tool of Mass Exploitation” da installare sull’iPhone per contribuire alla ricerca di bug che conducano finalmente all’untethered jailbreak attraverso l’invio sicuro ai loro server, anziche alla Apple, degli eventuali “crash report” del vostro apparato. Il programma che si chiama C-Dev Reporter è ancora in beta, è disponibile sia per Mac che per Windows,  e consente a tutti noi di contribuire al lavoro del team. Riportiamo, per chi fosse interessato, i relativi link da cui scaricare il sw:

Download C-Dev Reporter Beta per Mac
Download C-Dev Reporter Beta per Windows

Ieri, poco dopo il rilascio della beta di C-Dev Reporter, è stato anche rilasciato Ac1dSn0w Beta 1, un nuovo tool per eseguire il tethered jailbreak di iOS 5/iOS 5.0.1 su OS X Snow Leopard e Lion. Al momento Ac1dSn0w non differisce molto da strumenti affermati come Redsn0w e Sn0wbreeze, ma è una valida alternativa ed ha un futuro brillante davanti a sé, con caratteristiche interessanti come il jailbreaking remoto, la creazione di custom firmware e iRecovery remoto. Attualmente è disponibile solo per OS X. Non riportiamo alcun link per il download di questo tool in quanto MuscleNerd dell’iPhone Dev-Team ha confermato che contiene parti di codice illegalmente distribuito. Fino a che tale problema non sarà risolto è comunque possibile utilizzare Redsn0w che può effettuare il jailbreak semi-tetherd di iOS 5.x su iPhone 4, 3GS, iPad 1, iPod touch.

Infine sempre ieri, dopo le notizie su Ac1dSn0w, MuscleNerd dell’iPhone Dev-Team ha inviato un tweet con allegato lo screenshot di una parte di codice per il SIM unlock, molto promettente, ma per il solo iPhone 4S.

Questa voce è stata pubblicata in Apple, Notizie, Tecnologia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.