L’Amministratore Delegato di AT&T: iMessage ha un effetto dirompente sulle nostre revenue da messaggistica, le offerte dati illimitate sono state un errore [News]

Sembra che Randall Stephenson, l’Amministratore Delegato (CEO) di AT&T, abbia avuto parecchie cosa da dire sugli iPhone durante la conferenza “Milken Institute – Global Conference 2012” tenutasi a Los Angeles dal 29 Aprile al 2 Maggio scorsi (più avanti trovate il video completo). Il New York Times riferisce che Stephenson era realmente turbato dal fatto che gli utenti smartphone “alto consumanti” stavano costando talmente tanto all’azienda che gli utenti “basso consumanti” avevano dovuto sovvenzionarne l’utilizzo della rete. Stephenson ha anche aggiunto che le offerte dati illimitate per iPhone erano state un errore: “Il mio unico rimpianto è relativo a come abbiamo introdotto il prezzo all’inizio, come lo abbiamo fatto ? Trenta dollari ed avevi tutto ciò che riuscivi a consumare.” L’AT&T ha smesso di commercializzare offerte illimitate nel 2010, spostandosi verso un modello di offerte dati a soglie successive, che da allora è stato modificato a più riprese. E questa strategia ha pagato visti i 6,1 miliardi di dollari di incremento di fatturato solo durante il primo quarter. E più del 70% degli smartphone che la AT&T ha attivato durante lo scorso quarter erano iPhone.

Il  CEO di AT&T ha anche avuto qualcosa da dire sull’iMessage, introdotto da Apple in iOS 5, servizio che da la possibilità agli utenti iPhone di scambiarsi messaggi gratuiti utilizzando la rete Wi-Fi, cosa che ovviamente riduce il numero di queli scambiati su rete AT&T (o qualunque altra). Randall Stephenson ha detto che ci sta perdendo il sonno:

Sei sveglio durante la notte e ti preoccupi di cosa ostacolerà il modello di business. Ed Apple iMessage ne è un classico esempio. Se utilizzi iMessage non stai utilizzando i nostri servizi di messaggistica, corretto ? E questo ha un effetto dirompente sulle nostre revenue da messaggistica.”

Ma Stephenson a quanto pare non ha perso il sonno per la fallita fusione con T-Mobile che è costata alla sua società una perdita da 4 miliardi di dollari. E per quello che può valere Sprint ha confermato l’approccio ad offerte illimitate, anche se il nuovo iPhone sarà LTE. Ma è interessante notare che Sprint continua a non commercializzare nessun iPad.

Stephenson ha anche riferito la storia dell’incontro iniziale con Steve Jobs, il futuro Amministratore Delegato della Apple:

Il Sig. Stephenson, che a quel tempo faceva parte del Consiglio di Ammnistrazione della Cingular, ha riferito che Steve Jobs si era incontrato con Stan Sigman, il chief executive di Cingular. Dopo quell’incontro il Sig. Sigman si rivolse al Consiglio parlando di “un’opportunità unica”. Non aveva visto neppure una foto dell’iPhone, ma lo descrisse come un dispositivo con un touchscreen che poteva essere utilizzato per fare telefonate, inviare e-mail ed utilizzare applicazioni. Lo smartphone della Apple aveva subito innervosito il Consiglio, consapevole del fatto che quel dispositivo avrebbe trasformato il loro business model.

Il Sig. Stephenson ricorda di aver chiesto: “Stiamo investendo su un business model, su un prodotto o su Steve Jobs ?”. E ricorda che la risposta alla domanda fu “Stai investendo su Steve Jobs. Seguiamo questa cosa”. E la seguirono.

Stephenson ha anche parlato delle utenze 3G per iPad ed ha detto che, come riferisce Reuters, ritenendo che il device verrà principalmente utilizzato su Wi-Fi non molte persone vorranno una seconda utenza.

Ecco il video del discorso completo:

Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Tecnologia, Telecomunicazioni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.