Jailbreak di iOS 6 ed installazione di Cydia su iPhone e iPod touch (dispositivi A4) con Redsn0w 0.9.15b1 [GUIDA]

L’iPhone Dev-Team ha da poco aggiornato Redsn0w con l’aggiunta del supporto completo della versione iOS 6 per i dispositivi A4, della versione ufficiale di Cydia e di diverse altre novità dettagliate più avanti.

Redsn0w 0.9.15b1 per Windows e Mac consente non solo di effettuare il tethered jailbreak di iOS 6 su dispositivi A4, ma anche di effettuarne il restore o il downgrade da iOS 6 ad un firmware precedente, o il re-restore da iOS 5.x a iOS 5.x.

Dispositivi supportati:

Come già detto questo è un tethered jailbreak funzionante solo su dispositivi A4 (o inferiori): l’iPhone 4, l’iPhone 3GS e l’iPod touch di quarta generazione. Tutti i dispositivi con processori A5 (l’iPhone 4S, l’iPad 2), A5X (l’iPad 3) e A6 (l’iPhone 5) non sono ancora supportati. E’ stato anche aggiunto il supporto per la hacktivation e la baseband preservation per gli iPhone 4 e 3GS.

Utilizando questa nuova versione di Redsn0w non è più necessario preventivamente scaricare il file IPSW di iOS 6 per il jailbreak (con la vecchia versione era necessario selezionare manualmente il file da utilizzare), il programma riconosce automaticamente il firmware installato sul vostro dispositivo, scarica i file necessari e procede con il jailbreak. Anche l’installazione di Cydia è ora inclusa in questa release di Redsn0w.

Come effettuare il jailbreak di iOS 6:

1. Scaricate Redsn0w 0.9.15b1 dalla nostra pagina dei download.

2. Scaricate anche il firmware di iOS 6 dalla nostra pagina dei download ed aggiornate il vostro dispositivo A4 (coloro che hanno effettuato l’unlock del dispositivo devono leggere la nota di seguito prima di procedere con l’update).

3. Eseguite Redsn0w in modalità Amministratore se siete su Windows. Con OS X Mountain Lion dovrete eseguire il programma facendo Ctrl-Click sull’icona di Redsn0w e poi selezionando Open dal menu.

4. Cliccate su Jailbreak, selezionate Cydia e mettete il dispositivo in modalità DFU quando Redsn0w ve lo richiede presentandovi le relative schermate con le istruzioni passo passo. Una volta che il dispositivo è in modalità DFU Redsn0w procede al jailbreak utilizzando l’exploit limera1n. Una volta fatto selezionate la voce “Autoboot this device when it connects in DFU mode” per accedere alla modalità tethered. Dopo un po’ il dispositivo si riavvierà presentandovi l’icona di Cydia nel home screen.

Nota per coloro che hanno effettuato l’unlock del dispositivo (iPhone 4 o 3GS) con Ultrasn0w: Ricordatevi che è necessario preservare la vecchia baseband per poter effettuare l’unlock. Cliccate su “Extras” e selezionate l’opzione “Custom IPSW”. Selezionate poi il file IPSW di iOS 6 per il vostro dispositivo e lasciate che Redsn0w generi il custom firmware. Una volta fatto mettete il dispositivo in modalità Pwned DFU selezionando “Pwned DFU” dalle opzioni Extras di Redsn0w ed effettuate un restore con il custom firmware appena generato.

Come avviare il dispositivo in modalità tethered in iOS 6:

Essendo questo un tethered jailbreak dovrete avviare il dispositivo in modalità tethered ogni volta che lo riaccendete. Effettuare un boot in modalità tethered è semplice utilizzando Redsn0w: cliccate su “Extras” nel menù principale e poi sull’opzione “Just Boot”, poi seguite le istruzioni a schermo. Una volta fatto il dispositivo si riavvierà in modalità tethered-jailbreak.

Cydia su iPhone 4 con iOS 6

In questa versione di Redsn0w sono state anche introdotte dal Dev Team delle nuove funzionalità di re-restore. Ora infatti l’applicazione consente agli utenti di iPad di terza generazione e di iPhone 4S di effettuare il RE-restore di qualsiasi versione di iOS 5.x, anche se la Apple ha smesso di firmare il software, a condizione di aver salvato i blob SHSH per iOS 5.x, che il dispositivo sia ancora con una versione iOS 5.x (non iOS 6) e che sia stato aggiornato via iTunes e non via OTA. Gli utenti di iPad 2 potranno inoltre effettuare il downgrade, anche a partire dalla versione iOS 6.0, verso sia la 4.x che la 5.x (sempre avendo a disposizione i relativi blob SHSH).

Questa voce è stata pubblicata in Apple, Guide, Tecnologia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.